The Bow di Foster a Calgary

[metaslider id=34189]
The Bow, una torre di 237 metri ed headquarters altrettanto significativo in termini urbani, sociali e ambientali, è l’edificio più alto della città di Calgary, Canada, e un nuovo punto di riferimento nello skyline urbano.
Situato sul lato est di Centre Street, una delle principali direttrici stradali attraverso il centro della città, The Bow, progettato da Foster + Partnersfornisce gli ambiti della sede direzionale ma pure un importante spazio pubblico: la base della torre, infatti, è altamente permeabile, con un atrio di negozi, ristoranti e bar.

Vista dell'edificio (foto di Nigel Young per Foster + Partners)
Vista dell’edificio (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

L’architettura è connessa in due punti al sistema di passerelle chiuse della città, che offrono un rifugio dal rigido freddo invernale. Il secondo piano è aperto al pubblico e collegato su Centre Street con un collegamento pedonale, necessario nella rete dei percorsi diretti verso il centro città. Esternamente, l’arco dell’edificio definisce una grande piazza pubblica paesaggistica, in cui è situata la grande scultura dell’artista spagnolo Jaume Plensa. La forma dell’edificio è stata plasmata in relazione alle condizioni del clima ed alla disposizione funzionale. La torre si affaccia a sud, curvando verso il sole per approfittare della luce del giorno, massimizzando il perimetro per gli uffici con vista sulle Montagne Rocciose. Ruotando la facciata convessa verso il vento prevalente, il carico strutturale è ridotta al minimo, e si riduce, così, anche la quantità di acciaio necessario per l’efficiente sistema strutturale. Ogni sezione triangolare della struttura si estende su sei piani, contribuendo a ridurre visivamente la scala dimensionale dell’edificio.

Vista di uno dei giardini pensili (foto di Nigel Young per Foster + Partners)
Vista di uno dei giardini pensili (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

Se la costruzione curva verso l’interno, la facciata vetrata è traslata verso l’esterno per realizzare una serie di atri che percorrono tutta l’altezza della torre. Questi spazi agiscono come zone di smorzamento climatico, isolando l’edificio e contribuendo a ridurre in modo significativo il consumo di energia.
Dato che ogni livello è stato dimensionato per ospitare un’intera unità aziendale, c’era la necessità di promuovere la collaborazione tra i vari settori e di definire una dimensione sociale per gli spazi degli uffici. L’accesso verticale ai piani è quindi stato direzionato verso tre spettacolari giardini pensili, che favoriscono la ventilazione naturale e, proiettandosi verso l’ambito dell’atrio, ospitano alberi, sedute, sale riunioni, spazi per catering, i molteplici nuclei di risalita e un auditorium posto nella sommità dell’edificio.

Foster + Partners

Lord Norman Robert Foster
Lord Norman Robert Foster

Una delle architetture più innovativa e pratica progettuale integrato nel mondo. Nel corso degli ultimi quattro decenni, Foster + Partners ha sperimentato un approccio sostenibile all’architettura attraverso una sorprendentemente vasta gamma di lavori. Con sede a Londra e uffici in tutto il mondo, lo studio ha una reputazione internazionale, con edifici in sei continenti. Fin dalla sua nascita nel 1967 ha ricevuto più di 620 riconoscimenti per l’eccellenza e ha vinto più di 100 competizioni nazionali e internazionali .

 

Scheda
The Bow, Calgary, Canada, 2007 / 2013
Client
H+R Real Estate Investment Trust
Architect
Foster + Partners. Norman Foster, David Nelson, Spencer de Grey, Nigel Dancey, James Barnes;
Team
Julia Vidal Alvarez, Laura Alvey, Tim Bauerfeind, Jakob Beer, Karin Bergmann, Mattias Bertelmann, Stephen Best, Federico Bixio, Marie Christoffersen, Vasco Correia, Kirsten Davis, Ulrich Hamman, Michelle Johnson, Arjun Kaicker, Sabine Kellerhoff, Chiu-Ming Benny Lee, Mathieu Le Sueur, Shirley Shee Ying Leung, Alissa MacInnes, Carsten Mundle, Florian Oelschlager, Cristina Perez, Susanne Reiher, Diana Schaffrannek, Anja Schuppan, Carolin Senfleben, Robert Smith, Eva Tzivanki
Collaborating Architect
Zeidler Partnership
Structural Engineer
Yolles
Civil Engineer
Kellam Berg

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO