The House of Music di Coop Himmelb(l)au ad Aalborg

[metaslider id=34518]

Uno spazio ibrido tra pubblico e privato, un luogo nel quale ogni individuo può interagire con funzioni culturali ed educative, un centro nel quale il pubblico può confrontarsi con gli artisti e gli studenti possono relazionarsi con i professori. Lo studio Coop Himmelb(l)au è l’autore  della nuova House of Music di Aalborg, in Danimarca, un progetto complesso che ha richiesto quattro anni di lavori e che rientra nel più ampio masterplan, firmato nel 2008 dallo studio, che prevedeva la realizzazione di un centro culturale con vista sugli splendidi fiordi norvegesi.

I volumi sono caratterizzati da linee e forme complesse e articolate che conferiscono una sensazione di dinamismo all'intero complesso (foto Duccio Malagamba)
I volumi sono caratterizzati da linee e forme complesse e articolate che conferiscono una sensazione di dinamismo all’intero complesso (foto Duccio Malagamba)

Sinergia e condivisione sono le parole d’ordine del progetto, linee guida che trovano riscontro in un ricco e articolato programma di attività e a livello architettonico si traducono in un complesso articolato dal punto di vista volumetrico che prevede la fusione tra spazi dedicati a una funzione specifica e ambienti pubblici di socializzazione che diventano la naturale prosecuzione della piazza antistante e più in generale della città.

[metaslider id=34524]

Il foyer è uno di questi spazi di condivisione, grazie alla doppia apertura sia verso l’acqua che verso la piazza, ma contemporaneamente assolve il compito specifico di connettere i diversi livelli della sala da concerto.

[metaslider id=34521]

La forma complessiva a U dell’edificio, nella quale sono ospitate le strutture educative dell’Accademia della musica e il Dipartimento di musica e musica terapia dell’Università di Aalborg, avvolge come un guscio la parte centrale occupata dalla Sala della Musica, un auditorium da 1300 posti a sedere, uno spazio fluido e scultoreo dalle forme sinuose che si contrappongono alle linee spigolose e rigide degli altri volumi che si proiettano all’esterno. È l’espressione perfetta del concept del progetto: la scuola abbraccia la sala da concerto, il sapere e l’educazione avvolgono la musica e la proteggono per trasmetterla alle generazioni future.

Coop Himmelb(l)au

Wolf D. Prix, Ceo of Coop Himmelb(l)au
Wolf D. Prix, Ceo of Coop Himmelb(l)au

Coop Himmelb(l)au è stata fondata a Vienna nel 1968 e da allora opera, sotto la direzione del Ceo e titolare  Wolf D. Prix, nei campi dell’arte, dell’architettura, dell’urbanistica e del design. Un altro ramo della società è stato aperto negli Stati Uniti nel 1988 a Los Angeles. Coop Himmelb (l)au attualmente impiega oltre 100 persone provenienti da 19 paesi diversi. In numerosi paesi il team ha realizzato musei, sale da concerto, scienza e edifici per uffici e gli edifici residenziali.

 

Credits
Location
Aalborg, Denmark
Client
North Jutland House of Music Foundation, Aalborg, Denmark
Planning
Coop Himmelb(l)au, Wolf D. Prix & Partner ZT GmbH
Design Principal/Ceo
Wolf D. Prix
Project Partner
Michael Volk
Design Architect
Luzie Giencke
Project Architects
Marcelo Bernardi, Pete Rose
Jr. Project Architect
Benjamin Schmidt
Design Architects Interior
Eva Wolf, Ivana Jug, Ariane Marx
Local Architects
Friis & Moltke, Aalborg, Denmark
Acoustics, Audio-Visual & Theatre Design and Planning Consultant
Arup, New York
Landscape Architect
Jeppe Aagaard Andersen
Structural Engineering
Rambøll, Aalborg, Denmark;B+G Ingenieure, Bollinger und Grohmann
Mechanical, Electrical and Fire Engineering
Nirás
Cost consultant
Davis Langdon LLP
Lighting Design Consultant
Har Hollands
Interior Design Consultant
Eichinger Offices
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO