The Swiss Touch in Landscape Architecture

Curata da Michael Jacob, la mostra The Swiss Touch in Landscape Architecture, inaugurata il 10 gennaio 2014, presso la Casa dell’architettura a Roma, è prodotta da Pro Helvetia, promossa nella sua edizione romana da Pier Paolo Balbo di Vinadio e Rosario Pavia. Patrocinata dall’Ordine degli Architetti ppc di Roma e Provincia, l’esposizione, che rimarrà aperta al pubblico fino al 28 di febbraio, è stata realizzata per presentare la ricchezza e la complessità dell’opera degli architetti del paesaggio.

Attualmente l’architettura del paesaggio conosce un momento di spettacolare espansione e sta assumendo un ruolo sempre più importante: l’interesse per il paesaggio rappresenta una delle tendenze più significative della nostra epoca. L’architettura del paesaggio odierna si occupa infatti della pianificazione degli spazi pubblici, dei progetti urbani e periurbani, della gestione degli spazi verdi nelle città, della creazione di parchi e giardini, dei terreni post-industriali, come pure dell’integrazione delle zone agricole nel territorio. La Svizzera ha avuto nel corso del XX secolo, e continua ad avere, un ruolo essenziale nell’evoluzione dell’architettura del paesaggio. I progetti dei paesaggisti svizzeri danno particolare risalto alla bellezza formale, pur dedicando la massima attenzione al contesto ecologico. Il rispetto per il genius loci e la sua storia si sposa con la sobrietà estrema e con l’eleganza raffinata delle soluzioni messe in atto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here