Torri malleabili

1. Il profilo delle torri riprodotto in un murale

Come altri sobborghi in rapido sviluppo in Nord America, Mississauga, nei pressi di Toronto, è alla ricerca di una nuova figurazione architettonica; questa è l’occasione colta dallo studio cinese Mad Architects per ideare una risposta alle esigenze di una città in espansione, così da creare un punto di riferimento significativo a destinazione residenziale.

2. Il profilo snodato delle Absolute Towers nel panorama costruito

L’edificio doppio abbandona ogni legame con la scatolarità verticale e la preminenza funzionalista: risponde in primo luogo al senso topografico di essere situato alla confluenza di due strade principali e agisce quindi, anche a distanza, come un portale per il circondario in crescita.

3. Rendering dell’inserimento dei grattacieli nello snodo urbano

Il suo disegno non pone attenzione solo alla dimensione in altezza, bensì ne dilata la valenza in sezione, attraverso la combinata metamorfosi operata dalle sovrapposizione e rotazione di una matrice spaziale ovaliforme che determina il moto torsionale alternato nei due corpi.

4. Vista delle torri realizzate (foto di Tom Arb)

L’intero complesso ruota quindi di gradi diversi ai vari livelli, così da fornire una vista completamente aperta a ogni unità abitativa, anche minima, e mantenere i cittadini a contatto con gli elementi naturali, risvegliando il loro apprezzamento per l’ambiente e insieme promuovendo l’intesa comunitaria a livello micro-spaziale.

5. Lo slittamento dei piani a balconata continua (foto di Tom Arb)

L’aspetto degli edifici è caratterizzato da una balconata continua trasparente disposta lungo l’intero perimetro che porta a eliminare ogni barriera fisica e visiva verticale, assai spesso presente in un grattacielo; la semplice ripetizione di questo anello vitreo diviene il mezzo per enfatizzare la malleabilità del volume, trasformando la linearità in strumento plastico.

6. Vista dal basso che enfatizza l’effetto torsionale (foto di Tom Arb)

La forma torsionale delle torri è oltretutto basata su una soluzione strutturale semplice e poco costosa, composta da una griglia di setti portanti in calcestruzzo.

7. Dettaglio dei parapetti vitrei (foto di Tom Arb)

Le pareti si estendono e contraggono in funzione  del flusso alternato dei piani costituiti da lastre di cemento a sbalzo.

8. Planimetria dell’intervento

La sagomatura delle torri risponde  abilmente al carico del vento e crea un naturale riparo invernale e una costante ombreggiatura estiva, riducendo i costi di condizionamento.

di Tino Grisi

Absolute Towers, Mississauga-Toronto, Canada, 2012
Committente
Fernbrook / Cityzen
Progetto
Mad Architects: Ma Yansong, Yosuke Hayano, Dang Qun (directors), Shen Jun, Robert Groessinger, Florian Pucher, Yi Wenzhen, Hao Yi, Yao Mengyao, Zhao Fan, Liu Yuan, Zhao Wei, Li Kunjuan, Yu Kui, Max Lonnqvist, Eric Spencer (design team)
Architetti associati
Burka Architects
Ingegneria
Sigmund, Soudack and Associates
 
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO