Tra Architettura ed Arte

Reverse Landscape, 2012. Anne Holtrop e Bas Princen. Foto: WeDocumentArt.

Dal 15 dicembre al 10 marzo il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato propone la mostra “Triggering Reality. Nuove condizioni per l’arte e l’architettura in Olanda”, curata da Giampiero Sanguigni: Atelier Van Lieshout, Boundary Unlimited, Dus Architects, Haas & Hahn, Nicoline Van Harskamp, Anne Holtrop/Bas Princen, Wouter Klein Velderman, Krijn de Koning, Nio Architects e Onix si confronteranno e racconteranno l’apertura allo sconfinamento tra ricerca architettonica e ricerca artistica.

Una strada della prostituzione, Red Light District ad Amsterdam, 2011 boundary unlimited. Foto: Tsaiher Cheng.

La mostra si propone come una forma di realismo che suggerisce la tendenza verso una dimensione etica e sociale in evoluzione in un paese, come l’Olanda, che dopo un lungo periodo di successi e di prosperità in campo creativo, sostenuti dalle istituzioni e dall’interesse pubblico e privato, registra ora un periodo di decelerazione e cambiamento. Tale trasformazione è stata affrontata in maniera peculiare dagli studi di architettura, che hanno risposto alla crisi del mercato costruttivo spostandosi nell’ambito della ricerca e delle discipline artistiche.

Opera per De Nieuwe Kerk, Amsterdam, 2010. Krijn de Koning. Foto: Ernst Moritz
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here