Ufogel di Jungmann: una casa per vacanze, nella natura

Ufogel, la casa vacanze a Lienz, immersa nella neve (foto di Peter Jungmann)

L’architetto Peter Jungmann ha progettato la casa per vacanze Ufogel che, realizzata su pali, sembra poggiare come un’astronave sopra un prato nei pressi di Lienz, in Austria.

L’edificio sospeso nel verde austriaco (foto di Peter Jungmann)

La casa è progettata secondo forme straordinarie, quasi interamente in legno di larice, e arredata in modo confortevole ed essenziale.

Ufogel poggia a terra con una struttura in acciaio (foto di Peter Jungmann)

La struttura prende il nome dalla sua forma che, a tratti, somiglia a un volatile preistorico e, talvolta, ad una navicella extraterrestre, ma rimane sempre semplicemente particolare.

La passerella, racchiusa da un setto portante, definisce lo spazio d’ingresso (foto di Peter Jungmann)

Costruita quasi come una scultura in cui vivere, la casa si rivela come una scatola delle meraviglie, dal momento in cui si varca la soglia d’ingresso dopo aver superato il lieve dislivello di una passerella formata da pochi gradini.

Vista, verso l’esterno, dell’ambiente di soggiorno (foto di Peter Jungmann)

L’abitazione si sviluppa in 45 metri quadrati di ambienti multifunzionali, con uno spazio principale che riunisce cucina e sala da pranzo, e sul quale si affaccia la zona notte, in un rincorrersi funzionale degli ambiti che si prestano ad un utilizzo sempre diverso, ad una visione mutevole, pur se si resta sempre nella stessa stanza.

La sala da pranzo (foto di Peter Jungmann)

Le ampie finestre panoramiche portano la natura del paesaggio esterno nella casa e danno luogo ad ambiti di soggiorno ben illuminati.

Vista dell’ambiente principale della casa (foto di Peter Jungmann)

La struttura in legno curvato e rivestito di scandole tradizionali determina una sensazione di calore e sicurezza che si unisce alla semplice armonia degli arredi essenziali e ben finiti.

L’angolo cucina (foto di Peter Jungmann)

In ogni spazio della casa, nel bagno, al tavolo o nella zona notte, due elementi sono sempre presenti: il legno degli interni ed il cielo, visibile attraverso aperture sempre diverse per forma e dimensioni.

Vista della zona notte affacciata sull’ambiente principale sottostante (foto di Peter Jungmann)

Questo contrasto tra il materiale rassicurante che definisce lo spazio interno del vivere, e il suo effimero opposto, della vista aerea e leggera sull’orizzonte, pone la casa in una dimensione poetica e quasi irreale, ma assolutamente perfetta per il tempo di una vacanza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here