Un hotel nella natura

Visualizzazione del progetto "One with the birds" (foto di Penda)
Visualizzazione del progetto “One with the birds” (foto di Penda)

One with the birds è il progetto dello studio Penda per l’Aim Legend of Tent Competition, in Cina, un concorso internazionale d’idee relative allo spazio hotel temporaneo.

La struttura in bambù si innalza fino alle chiome degli alberi (foto di Penda)
La struttura in bambù si innalza fino alle chiome degli alberi (foto di Penda)

Il progetto è guidato da tre principi fondamentali: la comprensione ecologica del contesto, la realizzazione di una struttura flessibile nella configurazione ma pure adattabile ad ambienti diversi, infine, la definizione di uno spazio confortevole dall’atmosfera unica.

Vista dagli interni della struttura (foto di Penda)
Vista dagli interni della struttura (foto di Penda)

È stato, quindi, proposto l’uso di materiali naturali del luogo, principalmente bambù, per la costruzione delle strutture, con l’obbiettivo di non lasciare alcun impatto sul sito nel momento in cui l’hotel temporaneo venisse dismesso.

Gli elementi in bambù compongono elementi modulari di forma piramidale (foto di Penda)
Gli elementi in bambù compongono elementi modulari di forma piramidale (foto di Penda)

Gli elementi strutturali che compongono l’hotel sono ispirati ai tepee dei nativi americani e possono essere riutilizzati per realizzare ponteggi di cantiere o nuove strutture temporanee, eventualmente, situate in differenti aree geografiche.

[vimeo]http://vimeo.com/100313075[/vimeo]

La struttura non lascia alcun danno sul sito, né sul materiale stesso, perché i giunti di collegamento sono realizzati con funi, in modo che le “tende” siano di facile costruzione, ma anche smontaggio e trasporto.

L'hotel si compone di moduli che ne determinano la flessibilità costruttiva (foto di Penda)
L’hotel si compone di moduli che ne determinano la flessibilità costruttiva (foto di Penda)

Componendo una struttura reticolare definita da moduli piramidali, i progettisti propongono inoltre un’architettura che cresce in altezza, arrivando a sfiorare le cime degli alberi e regalando una nuova consapevolezza del contesto naturale.

La struttura in bambù si sviluppa in altezza (foto di Penda)
La struttura in bambù si sviluppa in altezza (foto di Penda)

Per questo motivo il progetto è stato nominato “tutt’uno con gli uccelli”: la struttura si avvicina alla natura in modo diretto, definendo una continuità visiva e spaziale con il contesto proprio grazie alla composizione dei numerosi spazi di connessione che articolano la proposta.

Visualizzazione frontale della proposta di progetto (foto di Penda)
Visualizzazione frontale della proposta di progetto (foto di Penda)

L’hotel, gode quindi della ricercata flessibilità pur disponendo di possibilità abitative comfortevoli ed affascinanti, che possono essere continuamente adattate ai bisogni dei visitatori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO