Un nuovo materiale superidrofobico

Studio della bagnabilità, il fluido scorre su una piattaforma libera, non planare (foto di Aritra Ghosh, Ranjan Ganguly, Thomas M. Schutzius, Costantino M. Megaridis)
Studio della bagnabilità, il fluido scorre su una piattaforma libera, non planare (foto di Aritra Ghosh, Ranjan Ganguly, Thomas M. Schutzius, Costantino M. Megaridis)

Grazie al finanziamento della National Science Foundation, è stato messo a punto un nuovo materiale che presenta la peculiare caratteristica di respingere fortemente l’acqua. Questa tipologia di materiali fa parte di quelli talmente repellenti ai liquidi da essere stati nominati come superidrofobici.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=UG4IMfH7I3E[/youtube]

Questo particolare avanzamento della ricerca presenta un grande valore, ancora inspansione, che potrà essere sfruttato a beneficio della società. Diventando sempre più economici, il potenziale dei materiali superidrofobici accresce le possibilità del loro utilizzo anche come dispositivi medici monouso. Ma non solo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO