Un resort modulare nella Città delle Palme

Disegno di Cheng Franco Arquitectos

Lo studio peruviano Cheng Franco Arquitectos ha presentato i disegni per un resort  da costruirsi in Amazzonia, a 356 metri sul livello del mare, nella città di Tarapoto (Città delle Palme), considerata base turistica per le escursioni nella foresta.

Disegno di Cheng Franco Arquitectos

Due i principi guida del progetto: l’ecosostenibilità e la possibilità di ampliamento futuro. Tutto il resort utilizza infatti moduli esagonali, lunghi 6 metri, adattabili a diversi usi, quali 20 bungalow, 30 camere doppie, un auditorium da 300 posti, 2 sale polivalenti, un ristorante-bar, un’area per lo sport con piscina, spazi amministrativi e ambienti di servizio.

Disegno di Cheng Franco Arquitectos

Lorena Franco e Jorge Cheng, titolati dello studio, spiegano: «Il progetto sfida la convenzione degli edifici a tetto spiovente spesso realizzati nella foresta pluviale, proponendo invece un sistema architettonico modulare e flessibile, che può essere utilizzato singolarmente o in maniera più densa, offrendo soluzioni diverse ma sempre coerenti tra di loro».

Disegno di Cheng Franco Arquitectos

Scegliendo tra sette diversi moduli si possono così realizzare forme aperte o chiuse, con o senza copertura, pubbliche o private.

Tutte le strutture saranno realizzate con un intreccio radiale di elementi tubolari di bambù o eucalipto.I sistemi di copertura sono invece pensati per raccogliere l’acqua piovana, garantendo al resort un certo livello di autosufficienza idrica.

di Carlotta Marelli

Disegno di Cheng Franco Arquitectos
Disegno di Cheng Franco Arquitectos
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here