Una facciata ventilata in zinco titanio per l’opificio dismesso

 

Il nuovo prospetto dell’opificio a Mornico al Serio (foto di Vmzinc)

Vmzinc caratterizza i nuovi fronti di un edificio industriale dismesso, grazie all’uso dei propri pannelli ondulati in zinco e titanio, che determinano una nuova veste dinamica per l’edificio.   La riqualificazione punta ad un risultato non solo funzionale, ma anche estetico, per un ex stabilimento produttivo legato all’industria del tessile, nella provincia bergamasca. L’edificio, situato a Mornico al Serio, doveva essere recuperato e nuovamente adibito per il deposito e stoccaggio di materiale tessile.

Particolare della facciata ventilata in zinco e titanio (foto di Vmzinc)

L’architetto Alberto Bertasa, che ha curato il progetto, ha proposto un intervento che si rivolge al riuso invece che alla ricostruzione ex novo poiché l’edificio si trovava in buone condizioni, sia sotto l’aspetto costruttivo che quello distributivo. La proposta ha previsto inoltre il potenziamento degli spazi terziari ripensati funzionalmente ed articolati in sale open space e riunioni, per meglio rispondere alle esigenze dell’utenza.

Vista del corpo uffici (foto di Vmzinc)

Il recupero dell’immagine architettonica è stato un aspetto progettuale tutt’altro che secondario perché ha avuto il compito di comunicare il rinnovamento dell’attività produttiva. A questo scopo ha contribuito in maniera determinante la scelta di rivestire l’intero edificio con una facciata ventilata realizzata con i pannelli ondulati Vmz Sinus di Vmzinc, caratterizzati da un colore grigio quarzo.

I pannelli ondulati Vmz Sinus compongono le facciate (foto di Vmzinc)

L’involucro della nuova “macchina” produttiva si configura in un voluto contrasto con la naturalità del luogo, pur rispettandone la valenza grazie al  rigore formale di estrema semplicità. Sulla facciata continua i pannelli Vmz Sinus sono fissati su una retro-struttura metallica attraverso la posa dell’onda in orizzontale. Il sistema di rivestimento è proposto su tutti i prospetti, riducendo al minimo le aperture perimetrali dell’edificio.

Particolare dei pannelli fissati su una retro-struttura metallica (foto di Vmzinc)

La facciata del blocco uffici e dei servizi annessi è realizzata invece con elementi vetrati più ampi, dotati di frangisole orientabili, che la distinguono nettamente dal prospetto ovest. Le differenti facciate sottolineano, quindi, la diversa destinazione d’uso e, nel caso degli uffici, amplificano l’intensità d’interazione tra interno ed esterno. Infine, le diverse altezze che caratterizzavano l’opificio sono state annullate e uniformate dal rivestimento che raggiunge in tutto il perimetro la quota più alta, favorendo, oltre alla percezione più unitaria dell’edificio, l’installazione di macchinari ed impianti in copertura.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here