Una nuova facciata per il Leo Building a Francoforte

Vista aerea del Leo Building (foto di Permasteelisa Group)

Il sistema di facciata MFree-S, la Closed Cavity Facade di Permasteelisa Group, è stato utilizzato per la prima volta in Germania sul progetto Leo: situato vicino al centro fieristico di Francoforte, Leo Building rappresenta un caso unico di ristrutturazione energetica applicata nella grande opera di ricostruzione dell’edificio, grazie alla quale il consumo energetico si è ridotto di circa il 60 per cento. Il sistema di facciata, ingegnerizzato e prodotto da Gartner GmbH, filiale tedesca del gruppo Permasteelisa, svolge un ruolo fondamentale in questo successo.

L’edificio è stato riqualificato energeticamente (foto di Permasteelisa Group)

Il sistema MFree-S è una facciata a doppia pelle chiusa, installata sull’edificio Leo, per la prima volta in Germania; inoltre, per la prima volta su scala mondiale, è stato utilizzato un sistema di finestre ad apertura parallela per consentire l’aerazione naturale. La facciata, costruita con pannelli in fibra di vetro-cemento luminoso per dare forma al rivestimento esterno e fornire un contrasto con i profili in alluminio scuro delle finestre, combina elegantemente la nuova costruzione e l’edificio preesistente, definendo un aspetto omogeneo per tutto il complesso.

La facciata MFree-S, sistema di Closed Cavity Facade applicato all’edificio (foto di Permasteelisa Group)

Durante la ristrutturazione globale e l’ammodernamento dell’edificio, che era stato costruito nel 1986, gli architetti di Francoforte Schneider e Schumacher hanno collegato le due ali preesistenti, rispettivamente di 17 e 9 piani, per mezzo di un edificio diagonale alto 67 metri. In tal modo è stato creato un complesso a forma di U con un all’allargamento della struttura di circa 15mila metri quadri per un totale di 47 metri quadri. Le aperture delle finestre negli edifici preesistenti sono state ampliate per consentire una maggiore illuminazione naturale degli uffici. Gartner ha rivestito l’edificio con 10mila metri quadrati di MFree-S, 13mila metri quadri di pannelli “custom made” in fibra di vetro-cemento e circa 5mila metri quadri di facciata con sistema a montanti-traversi in acciaio. Per la certificazione Leed Gold di Leo, rilasciata dall’US Green Building Council nel 2013, l’involucro dell’edificio ha giocato un ruolo essenziale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here