Un’alternanza di facciate continue

«Piuttosto che un accumulo frammentato di singoli oggetti edilizi, la nostra proposta è di creare un blocco pe­rimetrale urbano costituito dall’alternanza di facciate continue su strada e corti verdi. Corti e giardini che sinu­osamente si snodano e modulano il perimetro dell’area creando uno spazio di lavoro continuo appositamente studiato per il paesaggio urbano circostante ed il flusso umano che lo attraversa. Questo spazio di lavoro che ne emerge combina la massima flessibilità con una costante varietà percettiva – così accompagna il progetto il gruppo di progettazione capitanato da Big e a cui appartiene lo Studio Pession -.

La pelle dell’edificio è la membrana in grado di filtrare la luce del sole diretta ed indiretta all’interno dello spazio di lavoro.  La proposta è infatti di una facciata che è al contempo non meccanica, a bassissimo impatto manutentivo ed altissima performance. La più semplice e più efficiente forma di barriera solare è costituita dai così detti brise soleil esterni verticali. Ciò nonostante non appena il sole si muove nel cielo lungo il suo percorso la posizione e l’orientamento ideale di queste lamelle di facciata si sposta, ruota, si modula da verticale ad Est e ad Ovest.  Così come cambia la geometria curvilinea del perimetro dell’edificio, allo stesso modo o forse meglio in sintonia con esso si muove l’orientamento delle lamelle della facciata. Il risultato che ne emerge è una facciata attraver­sata da un disegno sempre diverso delle lamelle lineari. Come le piccole onde di sabbia sul fondo del mare o le linee di una impronta digitale queste lamelle creano un sistema organico ed al contempo puramente razionale sulla pelle dell’edificio, generato da null’altro se non l’ottimizzazione della performance della facciata dell’edificio stesso».

di Francesca Malerba

Scheda
Gruppo di progettazione
Studio Pession Associato in Atp con Big – Bjarke Ingels Group (capogruppo), Sanprogetto, Ar­turo Montanelli, Onleco, Tre Erre Ingengeria, Si.me.te Società di ingegneria, Impro, El Engineering
 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here