Un’architettura nell’architettura per i tesori portoghesi

Vista d’insieme dell’istallazione per la mostra (foto di Fondazione Torino Musei)

È firmato da Marisa Coppiano l’allestimento della mostra “Tesori dal Portogallo. Architetture immaginarie dal Medioevo al Baroccoche sarà ospitata a Palazzo Madama, Torino, fino al 28 Settembre 2014.

Particolare dei tubi da ponteggio in cui sono alloggiati i Tesori Portoghesi (foto di Fondazione Torino Musei)

Sono 120 le opere in mostra, tra dipinti, sculture, manoscritti miniati, oreficerie, disegni e trattati provenienti da musei, chiese e collezioni portoghesi e il filo conduttore dell’istallazione è l’influenza del linguaggio architettonico sulle espressioni artistiche e sulle arti decorative.

Vista su Palazzo Madama che ospita l’esposizione (foto di Fondazione Torino Musei)

Per valorizzare al massimo i contenuti della mostra e guidare il visitatore nella fruizione è stata creata una vera e propria struttura architettonica effimera capace di rinnovare la prospettiva dello spazio esistente.

Particolare dell’istallazione effimera, che realizza quinte scenografiche e percorsi espositivi (foto di Fondazione Torino Musei)

Un rimando anche filologico è rivolto all’edilizia attraverso tubi da ponteggio rosso mattone, che ospitano pannelli e bacheche in polimetacrilato.

Gli oggetti in mostra sono amplificati in sequenze e pannelli esplicativi (foto di Fondazione Torino Musei)

“Il luogo ospite” spiega Enrica Pagella, Direttore di Palazzo Madama “diventa parte integrante della mostra e l’allestimento contribuisce a delineare gli spazi tra architettura e artificio, definendone il percorso in termini di sosta e movimento, come una coreografia”.

L’istallazione realizza una struttura architettonica nell’architettura (foto di Fondazione Torino Musei)

La preziosa mostra, esaltando i valori estetici e decorativi di ogni elemento e svelando la costruzione del loro significato simbolico e sociale, diventa, allo stesso tempo, un modo per conoscere o riscoprire Palazzo Madama e le sue magnifiche sale nel cuore della capitale sabauda.

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO