Uno studio sulle dinamiche dei tetti verdi

Foto di Bruce Peterson

Green Roof Vegetation Study” è il progetto di ricerca con il quale lo studioso di Philadelphia Kieran Timberlake ha analizzato l’effettivo sviluppo del’‘ecosistema dei tetti verdi, per rispondere ad una mancanza di dati a lungo termine su edifici reali che si propongono di ospitare comunità vegetali diverse.

Il progetto, vincitore degli R+D Awards, ha interessato sei tetti verdi, progettati dallo stesso Timberlake tra il 2003 e il 2011 e valutati secondo la copertura vegetativa, la I risultati ottenuti confermano che le ecologie dei tetti sono davvero dinamiche e si modificano nel tempo e nello spazio.

Cornell Campus (foto di Kieran Timberlake)

In molti dei casi di studio, le specie prevalenti osservate sui tetti nel 2012, che facevano parte del progetto iniziale, sono stati accompagnate da decine di nuove specie “emergenti”. L’Artemisia allo Yale Sculpture Building e il Melilotus(o trifoglio dolce) alla Alice H. Cook House della Cornell University hanno autonomamente trovato il modo di mettere radici, inserendosi nel disegno del roofscape. La biodiversità è così spesso aumentata, anche se il rapporto avverte che i singoli risultati potrebbero essere ingannevoli: «Quelli che sembrano essere importanti cambiamenti nella composizione delle specie possono infatti essere fluttuazioni o cicli a breve termine causati da cambiamenti imprevedibili del clima e delle condizioni ambientali».

Becker House (foto di Kieran Timberlake)

Mentre mappa rigorosamente la distanza tra l’intento progettuale e gli esiti materiali, lo studio pone anche le basi per una ricerca ancora più radicale sull’interazione tra paesaggio e architettura, prevedendo la distribuzione di sensori in grado di misurare le condizioni termiche e di umidità in relazione al clima interno dell’edificio e al consumo di energia.

Becker House (foto di Kieran Timberlake)

Il rapporto suggerisce inoltre che l’architettura è responsabile delle dinamiche vegetative e delle performance finali del tetto verde: sul tetto di una sala da pranzo al Middlebury College, per esempio, alcune specie erbacee usualmente deboli si sono rigogliosamente sviluppate intorno ai coni del lucernario , la cui ombra aiuta presumibilmente il suolo a trattenere l’umidità.

Imamgine di Kieran Timberlake
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO