Visions from the future

Arata Isozaki, Kyoto Concert Hall. Foto Emmanuele Panzarini

Giovedì 11 ottobre, presso la Ono Arte Contemporanea di Bolognaè stata inaugurata la mostra fotografica Visions from the Future, nuovo progetto di Emmanuele Panzarini: un’indagine sull’architettura giapponese nelle città di Tokyo, Kyoto e Osaka con le opere dei dieci più importanti architetti nipponici al mondo: Kenzo TangeArata IsozakiTadao AndoKengo KumaToyo ItoHiroshi HaraKisho KurokawaHiroyuki YoshikawaJun Mitsui e lo studio Nikken Sekkei.

Lo studio di Panzarini cattura l’architettura contemporanea con un telefonino, attraverso il quale sono stati raccolti frammenti strutturali, poi usati come sistemi modulari per dare vita a nuove forme, composizioni geometriche, costruzioni avveniristiche, visioni future.

La scelta tecnica della stampa diretta su lastre di alluminio è fulcro dell’intero progetto. Il supporto infatti, non funge solo da semplice telaio per l’immagine, ma da risalto alla compenetrazione tra fotografia e materia.

Jun Mitsui, De Beers Ginza Building, Tokyo.Foto Emmanuele Panzarini

L’architetto Mario Cucinella, ha scritto: «Nella ricerca artistica di Emmanuele, l’interpretazione dello spazio architettonico è il tratto ricorrente in tutti i suoi lavori. In “Visions from the Future” per esempio, attraverso un processo di trame e tessiture, la realtà viene trasformata, lasciando libera interpretazione alle nuove suggestive forme. Trovo particolarmente interessante, data la utopica progettazione contemporanea, la chiara denuncia che Emmanuele compie attraverso le sue composi­zioni fotografiche, che non devono essere lette come immagini illusorie, ma bensì, come nuove interpre­tazioni geometrico-spaziali».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here