Vitruvio a Fano

Paolo Clini, coordinatore scientifico eLuciano Filippo Bracci, presidente del Centro Studi Vitruviani

Da giovedì 8 a domenica 11 novembre 2012, in occasione del III Simposyum di Studi Vitruviani, si celebreranno cultura classica, architettura e ingegneria trattate da Marco Vitruvio Pollione nella celebre opera De Architectura, composta tra il 35 e il 25 avanti Cristo.

Attraverso una serie di incontri, mostre, convegni e workshop, ospitati dalle città di Fano, Fossombrone e Cagli, si cercherà di analizzare il rapporto tra la “norma del costruire antico” di Vitruvio e le effettive realizzazioni della stessa, anche con riferimenti al territorio locale: la Basilica di Fano, ad esempio, costituisce l’edificio più rappresentativo della costruzione secondo le norme vitruviane.

L’iniziativa, promossa dal Centro Studi Vitruviani proporrà  giovedì l’inaugurazione dell’esposizione fotografica e multimediale della Via Flaminia -visitabile fino a sabato 8 dicembre-, un incontro con Bruno Zanardi e Tommaso Montanari sul ruolo dell’arte nella società e gli errori “all’italiana” nella gestione del patrimonio artistico.

Per la giornata di venerdì è in programma il convegno “Vitruvio e l’Archeologia. Tra norma e prassi” ed un workshop di fotogrammetria/lidar, che proseguirà sino a domenica, concludendosi con la presentazione dei lavori.

Durante la giornata inaugurale si terrà anche la presentazione del curriculum “Architettura Classica e Studi Vitruviani. Analisi, Rappresentazione, Comunicazione, Tutela” della scuola di Dottorato in Scienze dell’Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here