Welsh+Major per la storica Rocks Police Station a Sydney

La nuova Rocks Police Station, Sydney (foto di Katherine Lu)
La nuova Rocks Police Station, Sydney (foto di Katherine Lu)

Il rinnovamento dell’ex stazione di polizia di The Rocks, storico quartiere di Sydney, è stato disegnato dallo studio Welsh+Major che, per il progetto, ha ottenuto il National Commendation Heritage, relativo allAustralian Institute of Architects National Awards 2014.

Acciaio, ottone e vetro per la nuova facciata (foto di Katherine Lu)
Acciaio, ottone e vetro per la nuova facciata (foto di Katherine Lu)

La giuria del premio ha specificato “È un progetto magnifico di rinnovamento e ripensamento di questo edificio. Grande cura e fantasia sono state utilizzate anche negli interni, nella conservazione del patrimonio di finiture e colori, valore aggiunto al buon esito del progetto”.

Il nuovo ingresso, formato da sottili lame di acciaio, visto dall’esterno e dall’interno (foto di Katherine Lu)
Il nuovo ingresso, formato da sottili lame di acciaio, visto dall’esterno e dall’interno (foto di Katherine Lu)

“La conversione di questo edificio in un ristorante deve essere stata difficile per gli architetti, che sono stati tenuti a mantenere intatte le strutture storiche e molti degli spazi interni dell’edificio, per motivi di conservazione – aggiunge la giuria che conclude -I progettisti di Welsh+Major sono stati particolarmente abili nell’inserimento di funzioni quali cucine, servizi, ascensori e sale da pranzo, ma anche a risolvere i notevoli problemi dovuti all’accessibilità ed alla conformità normativa del complesso”.

Il portico, area conviviale e diaframma tra interno ed esterno (foto di Katherine Lu)
Il portico, area conviviale e diaframma tra interno ed esterno (foto di Katherine Lu)

Originariamente, nei primi anni ottanta dell’ottocento, l’edificio era stato progettato nella forma di una chiusa d’acqua d’ispirazione palladiana, secondo il progetto di James Barnet. L’architettura era stata adibita a stazione di polizia, rimasta attiva fino al 1974, ma per i successivi 35 anni venne occupata da vari inquilini, con intervalli di disuso ma anche di restauri. Infine l’edificio è rimasto occupato dal 2009 ad oggi.

Il progetto di recupero è stato premiato nel contesto del Australian Institute of Architects National Awards 2014 (foto di Katherine Lu)
Il progetto di recupero è stato premiato nel contesto del Australian Institute of Architects National Awards 2014 (foto di Katherine Lu)

La Sydney Harbour Foreshore Authority ha quindi incaricato lo studio Welsh+Major di realizzare il progetto d’adattamento conservazione per la nuova destinazione d’uso a ristorante dello spazio.

La sala da pranzo e l’ingresso sono stati aggiunti all’edificio lungo il prospetto che si affaccia sulla strada mentre gli spazi interni sono stati completamente riutilizzati: gli ambiti per le esercitazoni sono divenuti una nuova cucina, sale secondarie sono state realizzate nelle antiche sale comuni, nelle camere, nella sala riunioni e negli uffici.

Gli elementi del progetto hanno adottato materiali quali l’ottone, il rame, il vetro e l’acciaio verniciato di nero permettendo l’originale caratterizzazione delle nuove aggiunte, integrate nella costruzione pur secondo un principio di riconoscibilità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO