X-Tu e il Padiglione della Francia per Expo 2015

Visualizzazione del Padiglione francese per Expo milano 2015 (foto di Expo)
Visualizzazione del Padiglione francese per Expo milano 2015 (foto di Expo)

È stato completato da poco il Padiglione della Francia a Expo Milano 2015: realizzato da Cmc – Cooperativa Muratori & Cementisti di Ravenna, gruppo italiano che opera nel settore delle costruzioni, con Cmb di Carpi e la francese Simonin, il padiglione è ispirato al mercato coperto, uno dei luoghi simbolici della cultura alimentare francese.

I tratti distintivi del padiglione, che si apre su uno spazio di 3.592 metri quadri, sono proprio il grande mercato al centro dell’edificio, e, nella parte esterna, il giardino della diversità agricola francese, composto dal susseguirsi di cereali, vegetali, colture miste e specializzate.

La struttura impiega 1.200 metri cubi di legno d’abete, smontabile e riutilizzabile (foto di Expo)
La struttura impiega 1.200 metri cubi di legno d’abete, smontabile e riutilizzabile (foto di Expo)

Dal punto di vista progettuale la struttura rappresenta una vera e propria porzione di territorio francese, le cui articolazioni sono realizzate con oltre 1.200 metri cubi di legno d’abete, interamente smontabile e riutilizzabile, proveniente dal dipartimento di Jura.

L’edificio si sviluppa su tre livelli: un piano terra, cuore dell’esposizione e due livelli superiori che ospitano uffici e spazi dedicati alla ristorazione e alla creatività.

Visualizzazione degli interni del padiglione (foto di Expo)
Visualizzazione degli interni del padiglione (foto di Expo)

La struttura, progettata in modo da avere una ventilazione naturale grazie a elementi verticali in larice posti in facciata, è stata realizzata dalla cooperativa ravennate sulla base del progetto dello studio X-Tu, Anouk Legendre e Nicolas Desmazière, con il supporto dello studio Atelien Architecture – Nicola Martinoli e Luca Varesi; dello Studio Adeline Rispal, che ha curato la progettazione scenografica del padiglione; e di altri studi specialistici.

Il cantiere per la costruzione del padiglione ha impiegato, in media, 70 uomini al giorno, con picchi di 100 uomini nelle fasi di massima operatività e 213 giorni di lavoro, per concludere l’opera.

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO