Y:Cube di Rshp, l’unità abitativa accessibile

Vista di Y:Cube realizzata a Londra (foto di Rogers Stirk Harbour + Partners)

Rogers Stirk Harbour + Partners insieme a Sig Architectural Services, stanno lavorando con il Ymca London South Westper sviluppare una soluzione abitativa economica, che offra una sistemazione autonoma e conveniente per i giovani non ancora in grado di pagare le alte spese di un alloggio privato.

Visualizzazione di un complesso di più moduli Y:Cube (foto di Rogers Stirk Harbour + Partners)

Y:Cube viene trasportata dove richiesto, costituendo un’unità autonoma, realizzata su una superficie di 26 metri quadrati, per l’uso di un singolo abitante. Ciascuna unità è costruita in fabbrica con tutti i servizi già incorporati: l’acqua, il riscaldamento e l’elettricità possono essere facilmente collegati alle strutture esistenti o ad altre unità, già sul posto.

Disegno di progetto (foto di Rogers Stirk Harbour + Partners)

Questo semplice approccio permette di ottenere, anche, un sistema modulare smontabile di appartamenti che sono progettati per aree dismesse: se necessario si possono realizzare interi complessi urbani, che facilmente potranno essere smontati e ricostruiti in nuove località.

Vista dell’interno di Y:Cube (foto di Rogers Stirk Harbour + Partners)

Le unità abitative sono costruite con materiali di alta qualità ed eco-efficienti, come le strutture a telaio in legname, che possono raggiungere il codice 6, lo standard inglese massimo, relativo alle abitazioni sostenibili. L’alloggio è termicamente ben isolato, richiedendo il minimo riscaldamento nei mesi invernali e permettendo un ulteriore risparmio nelle spese di gestione.

[vimeo]http://vimeo.com/86884488[/vimeo]

Fornendo un’alternativa alle sistemazioni in case condivise, che spesso si trovano in condizioni di scarsa qualità e cattiva gestione dei proprietari privati, Y:Cube realizza una soluzione ottimale, con un affitto ribassato del 65 % rispetto a quelli del mercato immobiliare e determinando anche un ottimo rendimento per i possibili investitori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO